Slot Machine: un successo globale dal terrestre all’online

su max | 26th of September 2016

Il settore sei giochi online AAMS non conosce battuta d’arresto, alimentato dagli appassionati players che nel 2015, hanno investito una cifra netta pari a 821 milioni di euro, un + 4,2% in più rispetto al 2014. I due terzi dei giocatori online hanno speso una media di 50 euro al mese.

La spesa sui casinò games, che rappresentano il 40% del mercato complessivo, è cresciuta del +27% rispetto all'anno passato, totalizzando la cifra di 328 milioni di euro. Le slot machine online, in testa alle preferenze dei players, rappresentano il 60% del mercato. A queste si aggiungono altre tipologie di giochi, quali la Roulette, che nonostante un contributo meno incisivo rispetto al 2014, (da un +24% ad un +21%), cresce in valore assoluto del 12%. Blackjack, Baccarat e Dadi registrano una crescita della spesa del +7% superando il 15% del valore dell’intero comparto.

Segno positivo anche per le scommesse sportive, rappresentanti il 32% del mercato, cresciute del 25% per un totale di 267 milioni di euro. Il contributo dei brand internazionali che hanno fatto il loro ingresso nel circuito AAMS, è stato fondamentale sia la crescita della spesa nel settore sia per la raccolta, cui si aggiunge una maggior fidelizzazione di giocatori. Un ulteriore contributo deriva dal Mobile che ha raggiunto il 30% della spesa su base mensile.

Non vede segnali di ripresa il poker online, che registra un -18% rispetto al 2014 e che rappresenta meno di un quinto dell’intero mercato.  Stessa sorte per Bingo, Scommesse Virtuali, Scommesse Ippiche, altri Skill Games a Torneo, Lotto, Lotterie, Betting Exchange, la cui spesa si attesta ad un -10%, pari a 81 milioni di euro. Tuttavia nel 2015 si può considerare un contributo positivo seppur marginale del +2%

Un successo tutto italiano

Nel panorama europeo, la grande offerta italiana di giochi regolamentati, frutto del lavoro portato avanti dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, spicca per essere tra le più competitive e complete. Monitorata e costantemente aggiornata, la regolamentazione vigente nel nostro paese, accompagnata da continue azioni “moral suasion”, ha guidato la decisione dei principali fornitori di software di gioco online, consistente nel negare i propri servizi a quegli operatori che si inseriscono nel mercato italiano senza una regolare licenza. Parallelamente la nuova Legge di Stabilità ha inserito nel decreto Giochi un articolo che permette la sanatoria degli operatori illegali ed il passaggio dal circuito .com a quello.it.

Diversi paesi occidentali, sull’esempio italiano, hanno espresso la necessità e il desiderio di dotarsi di sistemi concessori nazionali e di una regolamentazione capace di tutelare gli interessi e la sicurezza del giocatore, prevedere misure che vietino il gioco ai minori d’età, individuare percorsi contro la dipendenza legata al gioco.

Il mercato free italiano

Il successo dei casinò games ospitati dalle piattaforme AAMS ha determinato un boom delle versioni free di questi giochi, divenuti grazie agli investimenti delle grandi casi produttrici di software dei veri e propri titoli comparabili a quelli disponibili su pc e mobile. Il termometro di questo successo viene misurato da numerosi parametri, tra cui annoveriamo il numero di ricerche effettuati dagli utenti su Google. Dai risultati raccolti dalla nostra redazione emerge il netto dominio della parola slot gratis online, il cui volume supera le 110.000 richieste mensili. Seguono a distanza siderale dalla categoria di gioco online più popolare su Internet, il binomio poker-video poker gratis con 25.000 risultai. A distanza siderale troviamo le roulette gratis e il blackjack gratis. 

I numeri del gioco online, l'identikit del giocatore medio e lo stato di salute del settore

Nel 2015 sono stati 1,56 milioni gli italiani che hanno effettuato almeno una giocata dal loro dispositivo. In media il loro numero torna a crescere, (665 mila nel 2015)  dopo il lieve stop del 2014 (640 mila); cifre che tuttavia non battono il record toccato nel 2012 con 734 mila giocatori. Il miglioramento dell’offerta di gioco sui dispositivi mobile (Smartphone + Tablet) da parte dei concessionari, (si contano più di 400 iniziative) ha portato ad un incremento della spesa del 56% (più di 150 milioni di euro), con un tasso di penetrazione sull’online del 20%.

La maggior parte dei giocatori online è di sesso maschile, seppur negli ultimi due anni è cresciuto l’interessa anche da parte del pubblico femminile. I due terzi dei giocatori provengono dal Centro Sud: di questi, circa il 60%, ha un’età compresa tra i 25 e i 44 anni. La spesa media si attesta sui 50 euro al mese.

Il Gioco Online cresce ad un ritmo più sostenuto rispetto agli altri segmenti dedicati all’intrattenimento. Videogiochi e Consolle registrano incassi pari ad un +4% circa, il Calcio un + 3%, il Teatro un +2% circa, il Cinema ha invece registrato un -1,4%. Il tasso di crescita del Gioco Online è invece sostanzialmente in linea con quello dei principali mercati digitali transazionali: l’eCommerce B2c è infatti cresciuto del 16% mentre il Digital Content dell’8%”

Il settore terrestre delle slot

Chiudiamo la nostra rassegna statistica facendo un salto sulla 'Terra' e ci occupiamo dei dati più recenti inerenti l'equivalente terrestre delle slot machine online. Al 31 dicembre 2015, si contano 418 mila slot distribuite sul territorio italiano. 83.307 i locali che le ospitano. Di questi 13.000 in Lombardia. Seguono Campania, 8.207 locali, Veneto e Trentino Alto Adige (7.667), Lazio con 7.559. La Lombardia vanta anche il primato per il maggior numero di apparecchi (69.782). Seguono  Campania (42.841), Lazio (41.263), Veneto e Trentino Alto Adige (38.859).

Nel 2015 la raccolta derivante dalle slot machine ammontava a 25,9 miliardi di euro, la spesa a 6,6 miliardi. Le casse erariali hanno intascato 3,3 miliardi. Ancora la Lombardia in testa rispetto alle altre regioni italiane anche per numero di giocate 21% sul totale nazionale. A seguirla sul podio il Lazio, 10,3%, e il Veneto, 9,3%. Le tre regioni rappresentano da sole più del 40% del totale della raccolta nazionale.

Dalla comparazione dei dati riportati in questo report emerge come le slot machine siano il fenomeno del momento nel settore dei Giochi, con numeri spesso rapportabili e superiori a quelli di altri settore dell'intrattenimento. I numeri difficilmente mentono, anzi offrono uno spaccato sia sullo stato economico del Paese sia sulle nuove tendenze dei giocatori, che si stanno incanalando progressivamente verso giochi il cui livello di difficoltà è inferiore rispetto a giochi di strategia. Il 2.0 è riuscito nell'intento di modificare anche questo costume dell'uomo, sempre più digitale e sempre più rivolto verso forme di gioco semplici ospitate su piattaforme della rete